società

Gli impegni di ENGIM in Italia e nel mondo – Racconti di una ONG impegnata per il bene comune

 

Il braccio internazionale di ENGIM è portato avanti dalla sua ONG che nasce nel 1977. La storia di questo Ente parte da una costola della Famiglia del Murialdo ma il suo impegno è pienamente supportato da laici. Lavora in Italia e nel mondo raccogliendo l’eredità educativa di San Leonardo Murialdo, il Santo torinese che dedicò la vita ai giovani poveri e abbandonati, promuovendone l’educazione e la formazione e ispirando leggi a tutela dei minori, dei lavoratori e delle donne. Egli era un grande educatore. Un padre per gli ultimi. Un uomo di Dio. Diceva sempre: “Fare il Bene e Farlo Bene”.

Il suo impegno è realizzare:

  • cooperazione allo sviluppo
  • volontariato internazionale
  • servizio civile all’estero
  • sostegno a distanza
  • commercio equo e solidale
  • turismo responsabile
  • educazione allo sviluppo

Obiettivi dell’azione sono il sostegno, l’educazione e la formazione umana e professionale dei giovani e delle persone svantaggiate attraverso la realizzazione di:

  • centri di formazione professionale, orientamento e inserimento lavorativo
  • case famiglia
  • centri di accoglienza e di aggregazione giovanile
  • mense per bambini e ragazzi di strada
  • ambulatori scuole di alfabetizzazione
  • interventi per facilitare l’accesso all’acqua potabile e la sicurezza alimentare

Il loro lavoro si svolge sul territorio nazionale nella formazione professionale, gestiscono 23 strutture, e collaborano con centinaia di scuole, a tutti i livelli, lungo gran parte lo stivale, realizzando: convegni, corsi di aggiornamento, collaborazioni col MIUR, con diversi Enti istituzionali, con fondazioni, con privati del mondo della formazione, educazione e cultura. Quando non si occupano di emergenze, come per l’ebola in Sierra Leone e, purtroppo, ora in Siria, operano soprattutto attraverso il linguaggio della formazione. Non costruiscono pozzi e non portano cibo per sfamare nessuno, necessità sacrosante di cui a volte sono obbligati a farsi carico per forza di cose. Il loro impegno si incentra sui lavoratori, che formano affinché siano liberi di realizzare il loro progetto di vita, sostenendo il proprio territorio. Con la stessa logica, in Italia lavorano per l’integrazione dei migranti. E sarebbe ancora molto lungo l’elenco delle cose che vengono fatte dagli operatori.

Dal luglio 2000 ENGIM internazionale ha ottenuto il riconoscimento di idoneità come ONG dal Ministro degli Esteri. E’ quindi abilitata a realizzare programmi a breve e medio termine nei Paesi in Via di sviluppo. E fa parte dell’Associazione delle ONG Italiane di Cooperazione allo Sviluppo e della piattaforma italiane delle ONG europee. Dal dicembre 2008 è entrata a far parte anche della FOCSIV, Federazione Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario.

SHARE
RELATED POSTS
Ricerca antropologica X – I MOXOS la Loma Santa e i bambini
La Comunità di Sant’Egidio: dall’impegno per il doposcuola fino a diventare la piccola ONU romana
Donne II – L’Italia e il suo percorso verso l’uguaglianza

Leave Your Reply

*