società

Raccontare il territorio del Rio Napo e l’impegno dei Padri Giuseppini del Murialdo (contesto geografico e socio-economico) I Parte

 

Raccontare il lavoro dei Missionari Giuseppini del Murialdo nel territorio del Rio Napo in Ecuador è variegato e complesso. Abbiamo già scritto chi sono questi padri e da dove sono nati, abbiamo fatto un a breve riflessione storica sulla loro nascita e sul loro carisma e lo abbiamo fatto a partire dal loro fondatore: San Leonardo Murialdo per poi raccontare il lav oro dei laici e il loro impegno con ENGIM.

In questa parte delle nostro racconto vogliamo addentrarci nel contesto territoriale del Napo, in quel paese meraviglioso che è l’Ecuador ed abbandonarci all’ambiente verde e naturale del Rio Napo. Questo è necessario per comprenderne bene il contesto e il potenziale circostante. Lasciando parlare la natura.

Tuttavia, è necessaria una esplicazione tecnica introduttiva. Il territorio del Napo è prevalentemente collinare ma comprende altitudini che variano dai 5.700 metri ai 150 mt slm. E’ conosciuta come “regione Amazzonica” e il suo territorio è prevalentemente ricoperto da foresta pluviale. I suoi 13.300 km q. confinano con le province di Sucumbios, Pasteaza, Pichinca, Cotopaxi, Tungurahua e Orellana. La provincia è suddivisa in 5 cantoni con rispettivi capoluoghi. La zona ha un clima tropicale, con temperature medie di 24 gradi che possono raggiungere gli estremi di -10 sino a 34 gradi. Piove sino a 5.000 mm di pioggia ogni anno. La zona è attraversata da migliaia di corsi d’acqua. Il più importante fiume è il NAPO, affluente del Rio delle Amazzoni. I principali centri urbani sono TENA (capoluogo), Carlos Julio Arosemena Tola, El Chaco, Quijos e Archidona. In generale l’economia si basa sul piccolo commercio, sul Turismo (soprattutto legato agli sport di Canoa e Rafting sui numerosi fiumi, frequentati da molti turisti stranieri e soprattutto nord americani), piccola ed insignificante industria manifatturiera, impiego nella pubblica amministrazione. Le maggiori risorse economico-occupazionali derivano dall’agricoltura (Cacao, Banane, Caffè), sviluppatasi in modo assistenziale o con piccole medie cooperative e dall’allevamento ittico, ovino e bovino. Il territorio presenta giacimenti petroliferi in mano a multinazionali. Tale risorsa non ha creato molta occupazione ma altresì ha inquinato profondamente le zone interessate e le acque circostanti. Il traffico di legname pregiato è una piaga che affetta questo territorio. Dal punto di vista della Salute e sanità, in tutta la provincia vi è un solo ospedale pubblico (TENA) e uno missionario (ARCHIDONA). Le restanti strutture sono poliambulatori pubblici e privati. Le malattie più frequenti sono legate al clima (malattie tropicali) ed a cibi e bevande corrotte (dissenterie, tifo etc…) anche per scarsa igiene.

Alcolismo e consumo di droga sono in forte aumento tra i giovani, nonché’ le gravidanze adolescenziali. In aumento l’abbandono scolastico, soprattutto nelle fasce più povere ed isolate della popolazione.
 Salario medio è di 400 Dollari, circa 4/5 della media nazionale (500).

Continua…

SHARE
RELATED POSTS
Giovanni Lindo Ferretti – il punk rocker mistico – I parte
Luis e Zelie Martin: i genitori di Teresa di Lisieux – L’impegno verso i poveri come dovere naturale da insegnare alle figlie – II parte
Solo una madre: Luigi è il primo pensiero al risveglio e l’ultimo prima di andare a dormire. E anche se le forze vengono meno perché l’età avanza, l’amore non se ne accorge – II parte

Leave Your Reply

*